missione safa

Sito di informazione della missione di Safa dei Canonici Regolari Lateranensi

Archive for marzo 2012

UN LICEO A SAFA

Posted by missionesafa su marzo 21, 2012

E’ già realtà! Dal 19 settembre 2011 a Safa c’è un liceo.

Come d’abitudine abbiamo cominciato con una sola classe e di anno in anno cresceremo fino al ciclo completo di quattro anni. In verità il liceo comprende sei anni ma per ora miriamo a costituire quello che esattamente si chiama un “collège”.  La Repubblica Centrafricana utilizza ancora il sistema didattico francese:  3 anni scuola materna, 6 anni di scuola primaria, 6 anni di liceo diviso in 4anni di collège, obbligatorio, e i due ani terminali dove lo studente sceglie un indirizzo specifico (scientifico, classico…). Per ora noi ci impegneremo ad offrire un collège.

Vi dicevo che è già cominciato nel settembre scorso. Iscritti 27 alunni provenienti dalle nostre scuole primarie ma anche da alcune scuole pubbliche.

La classe di "sixième" durante la lezione di religione condotta da don Mauro

I terreni per l'educazione fisica in preparazione: basket, pallavolo, salto in alto, salto in lungo, corsa, arrampicata con la corda

Abbiamo iniziato con la “sixième” ( un conteggio alla rovescia), e dal settembre prossimo la “cinquième”. Sei ore settimanali di francese, cinque di matematica, quattro di Inglese, 3 tre di scienze naturali e della fisica, due di storia, due di geografia,  due di educazione fisica, due di educazione sociale, due di economia familiale ( pronto intervento, prevenzione alle malattie, alimentazione, e una parte pratica di taglio e cucito), due di religione.

I corsi cominciano al mattino alle 7h30 e terminano alle 12h00. Dalle12h30 alle 15h30 studio accompagnato con la presenza di un professore. Grazie alla donazione di un amico di don Mauro ogni alunno può beneficiare di tutti i testi scolastici ( cosa rara in Centrafrica anche nei migliori licei di Bangui, la capitale). I professori sono stati preparati durante questi anni da alcune équipes venute dagli Istituti di Bangui specializzati per la formazione degli insegnanti, e sono stati scelti tra coloro che avevano frequentato anche qualche anno di univerisità. E’ una fortuna avere  lo staff insegnanti al completo, difficilmente è riscontrabile in Centrafrica. Il nostro impegno sarà quello di offrire sempre più formazione ai nostri candidati professori e magari di aumentare l’effettivo.

Come avete visto dalla foto, in quest’anno i corsi si sono svolti in una classe ricavata da un vecchio grande stanzone utilizzato in passato come scuola  di formazione per le donne. Ma abbiamo anche già dato inizio alla nuova costruzione del liceo. Costruiremo quattro nuove aule che ospiteranno i corsi e ristruttureremo la scuola di primaria di Safa dove accoglieremo la biblioteca, la direzione, la sala professori, due sale dormitorio per gli alunni che vengono da lontano, una cucina, nuovi bagni docce. Le strutture sportive sono già quasi tutte realizzate: un terreno di Basket (pallamano), un terreno di pallavolo, salto in alto, salto in lungo,pista di corsa, arrampiccata con la corda. Speriamo,per settembre 2012, di portare a compimento le quattro nuove aule e le sale dormitorio, poi via via avanzeremo. L’opera richiede un grande impegno economico, circa 100.000€. Ringraziamo fin d’ora chi già ha voluto unirsi al nostro cammino, in particolare ancora una volta l’Associazione-Onlus “Nico i frutti del chicco”, che ha già contribuito alla costruzione dell’ asilo e delle due classi di Loko. Invitiamo tutti ad unirsi a questo nuovo dono per il futuro dei nostri giovani di Safa.Tutti coloro che vorranno contribuire alla nostra opera potranno versare il denaro nel nostro conto indicando come causale: Scuole Safa.

Bonifico bancario:

IBAN

IT 57 S 02008 05109 000003671454

conto corrente n° 3671454

ABI 02008
CAB 03220

Unicredit – Agenzia 20

Via Nomentana, 38 – Roma

intestato a: Cipolloni Giuseppe

Causale: Scuole Safa

Annunci

Posted in Lettere da Safa | Leave a Comment »

LE NOSTRE SCUOLE.

Posted by missionesafa su marzo 11, 2012

Siamo già al quinto anno di vita dall’ apertura della nostra prima scuola primaria a Saguila nel settembre 2007.  A lei si è aggiunta nel 2008 la scuola della missione costruita dai primi missionari, poi passata allo stato, e appunto nel 2008 ripresa dalla diocesi con un atto di retrocessione. Via via si sono aggiunte le scuole primarie di Paris Congo e Loko che hanno cominciato gradualmente e l’anno prossimo avranno un ciclo completo.

La scuola di Saguila fu costruita interamente da noi così come le due classi di Loko. La scuola di Safa invece occupa un edificio diverse volte ristrutturato lasciatoci dalle suore e dai missionari spiritani.

La scuola di Saguila

Saguila: sei aule e un piccolo ufficio.

La scuola di Saguila con il suo campo di calcio e in lontananza la nuova cappella

La scuola primaria di Safa-Missione

La classe del Maestro Achille

La scuola primaria di Saguila aveva ben cominciato il suo percorso. Nel primo anno si erano iscritti 173 alunni. Ma via via le iscrizioni sono andate diminuendo. I genitori non sono molto pertecipi alla vita della scuola e reclamano il diritto di una scuola gratuita perchè durante i lavori di costruzione avevano collaborato al trasporto della sabbia, della ghiaia. Quest’anno abbiamo avuto soltanto 90 iscritti. Dovremo sensibilizzare di più le famiglie ad una maggiore  presa di coscienza e di responsabilità al sostegno economico della scuola altrimenti saremo obbligati a chiuderla e trasformare l’edificio in un altra opera. Sarà il vescovo a prendere la decisione visto che lui è il primo responsabile delle scuole cattoliche.

La scuola primaria di Paris Congo.

Gli alunni di seconda di Paris Congo mostrano i loro nuovi libri

Un'altra classe durante una lezione

Al contrario di Saguila la scuola primaria di Paris Congo cresce di anno in anno. Ora la costruzione della scuola è completata. Nel prossimo anno scolastico  le sei aule accoglieranno il ciclo completo e con la riduzione delle classi nella scuola della missione l’effetivo aumenterà sensibilmente. Riteniamo che l’anno prossimo Paris Congo potrà accogliere anche 350 alunni. I genitori di Paris Congo hanno hanno ben maturato l’importanza della scuola per i loro figli e sono più partecipi e disposti a sacrifici. Quest’anno sono iscritti 224 alunni divisi in 5 classi. Alla fine di quest’anno scolastico passeremo alle rifiniture e alla pittura degli edifici e la costruzione di un ufficio di direzione.  L’enorme spazio adiacente alla scuola ci permeterà anche di dar vita ad alcune strutture sportive.

Il vecchio edificio della missione di Loko che ospita tre classi della scuola primaria

L'edificio con nuove due classi a Loko

La scuola di Loko fu aperta nel settembre del 2009 con un afflusso di alunni sempre in crescendo. nel primo anno le tre classi occupavano le tre aule di un vecchissimo edificio costruito cinquant’anni or sono. Ma nel 2010 abbiamo costruito due nuove aule che hano potuto ospitare le ancora due classi. Ora contiamo 264 iscritti e necessiterà edificare almeno altre tre aule per sostiture l’ormai malandato edificio.

Ora stiamo terminando la costruzione del primo edificio della nuova scuola di Scad, il più grande villaggio della nostra parrocchia(9000 abitanti). Ci dispiace non potervi offrire immagini più recenti della scuola i cui lavori sono più avanzati rispetto alla foto che vedete. A settembre la nuova scuola ospiterà le prime tre classi delle primarie e subito cominceremo la costruzione del secondo edificio con altre 3 classi per completare  il ciclo.

La costruzione della nuova scuola di Scad

Come vedete gran parte del nostro lavoro è concentrato sulla scuola. Come già abbiamo diverse volte sottolineato, purtroppo, la formazione dei ragazzi edei giovani è dimenticata dalle istituzioni, e la scuola pubblica fa acqua da tutte le parti. Il livello dell’insegnamento nel paese è a dir poco disastroso e ciò ha una ricaduta negativa nei diversi ambiti della vita del popolo: morale, lavorativo, economico ed anche religioso.

Posted in Lettere da Safa | Leave a Comment »

VISITIAMO L’OSPEDALE – METERNITA’: BE TI FINI

Posted by missionesafa su marzo 10, 2012

Ad un anno dalla sua inaugurazione vi diamo qualche notizia del piccolo ospedale-maternità della Safa.

A dirigerlo  Suor Therèse Grandhay, da 33 anni alla Safa, aiutata da quattro infermiere e due tecnici di laboratorio. Dopo un anno contiamo circa 200 parti. Le donne incinte possono beneficiare di ogni assistenza con una participazione di 2000CFA, cioè 3€: test, esami di laboratorio, medicine, parto,degenza e cure post – parto per sei mesi sia per la madre che per il neonato/a.  E poichè l’ospedale maternità è situato, volutamente, accanto al centro di depistaggio e cura per imalati di AIDS, attivo da 9 anni, al nascituro,alla madre, e d’obbligo anche al padre, sono offerti gratuitamente i test, e nel caso, le cure dovute. Due infermieri lavorano nel laboratorio. Sono stati formati a Bangui presso il francese “Institut Pasteur” di Bangui.  Il piccolo ospedale apre anche le sue porte, gratuitamente, a tutti bambini al di sotto dei sei anni, il periodo più critico della vita di una persona, qui, nella Repubblica Centrafricana. Inoltre gli alunni delle  scuole possono beneficiare di cure di pronto intervento. Da sei mesi ogni venerdi il medico di Mbaiki viene alla Safa dove vi passa tutta la mattinata per le visite di ammalati più gravi.

Un lavoro enorme che quotidianamente viene realizzato e richiede diversi spostamenti, ricerca di medicinali che spesso non sono disponibili ed obbliga ad altrettanti ripetuti viaggi in Capitale. Una bella realtà, questa del piccolo ospedale, apprezzato da tutti coloro che ne fanno visita.

L’ospedale-maternità della Safa ha un nome: “Be ti Fini” ( Il cuore della Vita). Ve lo mostriamo in diversi suoi dettagli:

L'ospedale in costruzione

Nel giorno dell'Inaugurazione

L'inaugurazione. da sinistra a destra:Un rappresentante delLions Club di Barr(France), il vescovo di Mbaiki,nostra diocesi, l'amabasciatore di Francia in Centrafrica, il ministro della Sanità Centrafricano ed un medico di Bangui,

L'esterno dell'ospedale-maternità

La sala di ricovero

La sala parto.

La sala di consultazione per le infermiere.

L'adiacente farmacia

Una delle toilettes

La sala di consultazione di suor Therèse

La sala d'attesa

La torre con la cisterna che fornisce l'acqua all'ospedale e all'asilo.

Primo parto: due gemelli. Nella foto Suor Therese, lamamma dei due gemelli chiamati: Therèse e Sandro.

Le quattro infermiere.

Posted in Lettere da Safa | Leave a Comment »

GUARDIAMO COME CAMBIA IL NOSTRO ASILO

Posted by missionesafa su marzo 4, 2012

Sono cambiate tante cose, ma la loro gioia non cambia mai. Ora sono 115,quattro classi, studiano l’inglese, fanno teatro, e da quest’anno, anche educazione fisica con un professore venuto da Bangui.

Abbiamo preparato nuovi spazi per il gioco.

Quattro classi con quattro insegnanti, tanti alberi del “giardino dei ricordi” che crescono e rendono più bella la nostra scuola.

Un piccolo campo di calcio.

Un nuovo recinto attorno alla scuola, una seconda altalena.

Un grande amore per la danza. Ogni giorno durante le ricreazioni si formano attorno ad una insegnante dei gruppi che al suono del tam tam cominciano a danzare. Non sempre si può giocare. In certe giornate il sole picchia più del solito.

Le recite del Natale. La Natività

Dietro l’asilo  stiamo preparando i campi di basket, corsa, pallavolo, salto in lungo e salto in alto utili per il nuovo liceo in costruzione e la scuola materna. Vedete nelle foto i lavori in corso.

Al mattino giro nei villaggi più lontani dalla scuola materna per  raccogliere i piccoli alunni.

E al lavoro: leggere, scrivere,disegnare, scoprire,visite al villaggio…

Un pasto e quando la scuola finisce,ognuno ordina la propria tenuta..e a casa

Avremmo bisogno di migliorare  l’insieme delle insegnanti, renderle più dinamiche. Sono bravine, ma troppo ripetitive. Vediamo se dalla scuola di formazione che la diocesi ha cominciato in una delle sue parrocchie usciranno maestre più capaci. Certo la scuola materna è un polmone di gioia e gli alunni che la frequentano hanno in seguito meno problemi di scolarizzazione e socializzazione. E questo  è già un bel risultato. Ora ci pensiamo: per l’anno prossimo ci saranno altre novità?

Posted in Lettere da Safa | Leave a Comment »